panor ridotta

 

Carissimi fratelli e sorelle,
colgo l’occasione per comunicarvi gli appuntamenti di questo ‘particolare’ Tempo di Natale per esternare a tutti una riflessione, già condivisa con alcuni, a seguito dell’Adorazione Eucaristica del 3 dicembre.
Pur comprendendo la difficoltà ad essere presenti a motivo della pandemia, o per impegni vari di famiglia o di lavoro, mi sembra che nella nostra Parrocchia mentre ci diciamo convinti della necessità di condividere momenti di preghiera e di riflessione, poi li disertiamo quando vengono proposti. Questo può contribuire a tener vive quelle “malattie” sulle quali ci siamo confrontati nel percorso diocesano dell’autosufficienza e dell’autoreferenzialità nei singoli, negli operatori pastorali e, in particolare, negli appartenenti ad associazioni e movimenti (tendenzialmente portati a privilegiare la partecipazione alle proposte offerte nei propri rispettivi percorsi). “Malattie” dalle quali non siamo esenti noi stessi presbiteri (come dimostra il passato remoto e recente) e per la cura della quali abbiamo fatto la scelta appunto di dedicare il lunedì alla preghiera, alla riflessione e alla celebrazione eucaristica comunitaria, e negli altri giorni di celebrare insieme almeno i vespri con i fedeli presenti in chiesa.
Sia chiaro: sono molti i “carismi” e le sensibilità da valorizzare e armonizzare, perché contribuiscano alla crescita di tutta la comunità e possiamo prenderci cura gli uni degli altri con “cuore di Padre” (obiettivo indicatoci da Papa Francesco lo scorso 8 dicembre nella lettera “Patris corde”) … per cui diciamo no all’uniformità e all’appiattimento, ma anche un no deciso all’autopromozione e alle derive autonomistiche. Piuttosto educhiamoci, soprattutto le persone con responsabilità pastorali (presbiteri, diaconi, accoliti, ministri straordinari della comunione, operatori caritas e volontariato, catechisti, animatori…) e gli appartenenti ad associazioni, cammini e movimenti… a sospendere i “propri appuntamenti” quando c’è da convergere, durante la settimana o il mese, su un momento forte comunitario di preghiera o di formazione.
Già in questo Tempo di Natale, nel pieno rispetto delle disposizioni anti covid che ci impongono orari diversi dal solito per le celebrazioni e del fitto calendario di appuntamenti comunitari, dal 22 dicembre al 6 gennaio inviterei tutti a partecipare agli appuntamenti (in presenza o online) indicati qui di seguito e sospendere incontri di preghiera e celebrazioni particolari di ogni realtà parrocchiale.

MARTEDI 22 DICEMBRE ORE 18: CELEBRAZIONE PENITENZIALE
GIOVEDI 24 DICEMBRE ORE 18 (per non sovrapporsi con quella presieduta dal Papa alle 19,30):
MESSA DELLA NOTTE DI NATALE (se buon tempo all’aperto)
VENERDI 25 DICEMBRE – NATALE – ORARIO S. MESSE: 7,30 – 9.30 – 11.00 (se buon tempo all’aperto) –
18.00
DOMENICA 27 DICEMBRE – S. FAMIGLIA – ORE 18: S. MESSA E RINNOVO PROMESSE MATRIMONIALI
GIOVEDI 31 DICEMBRE ORE 18: S. MESSA DI FINE ANNO E INIZIO DEL NUOVO - TE DEUM
1 GENNAIO – ORARIO S. MESSE: 7,30 – 9.30 – 11.00 – 18.00
MERCOLEDI 6 GENNAIO ORE 18 - S. MESSA E ADORAZIONE DEL BAMBINO GESU’ .

Permettetemi, prima di salutarvi, di sottolineare quella che reputo essere un’altra lacuna abbastanza seria della nostra comunità: una conoscenza troppo approssimativa delle Sacre Scritture. Credo che sarebbe opportuno organizzare una seria di incontri guidati da un esperto, nei prossimi mesi di febbraio e marzo, che ci aiuti ad acquisire le competenze necessarie e un metodo adeguato per una lettura più proficua della Bibbia. Buona preparazione al Natale, fra’ Mario.