La Quaresima è un appuntamento al quale nessun cristiano può mancare.
E’ come un crocevia obbligatorio. 


E’ come una strettoia che ci costringe alla massima attenzione e
concentrazione e non ci permette di vagare inutilmente in campi aperti
e dispersivi.
E’ un varco inevitabile dove avviene un incontro.
Con chi?
Con grande sorpresa scopriamo che questo incontro avviene prima
di tutto con noi stessi. Lì scopriamo qualcosa che è rimasto ancora
nascosto o che abbiamo voluto nascondere a noi stessi, perché troppo
scomodo. Nel Vangelo della Quarta domenica, sentiremo che il figlio
prodigo, dopo aver vagato in un paese lontano, dopo aver abbandonato il
Padre, “ritornò in sé”.
E’ da qui che vogliamo ripartire durante questi
quaranta giorni di esercizi spirituali, partecipati da tutta la
comunità cristiana sparsa nel mondo.
Tenteremo di guardare alla nostra
esistenza con gli occhi di Dio e di scoprire come lui ci ha voluti e
quale è la nostra vocazione di figli.

QUARESIMALE 2013

 

22 febbraio - p. Lorenzo
“Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio” (Sal 139,14).
Elementi di discernimento vocaziona- le I

 

1 marzo - p. Gianfranco Maria
“Non ti chiamerai più Giacobbe, ma Israele” (Gen 32, 29).
Elementi di discernimento vocaziona- le II

 

8 marzo - p. Herculano
“Non ciò che voglio io, ma ciò che vuoi tu” (Mc 14,36).
Il servizio che edifica la comunità

 

15 marzo - p. Marco

“Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio” (2Cor 5,20).
La riconciliazione con Dio e con la Chiesa. Un sacramento “in crisi”?

 

22 marzo - p. Francesco
Liturgia penitenziale

 

Tutti gli appuntamenti
avranno luogo in Chiesa, ogni Venerdì di Quaresima,
alle ore 19.00.